Pici in patrimonio agroalimentare Italia

I pici e l'arte di 'appiciare', ovvero di realizzare questa pasta tipica del Senese, entrano nell'Inventario nazionale del patrimonio agroalimentare italiano. A renderlo noto l'Unione dei Comuni della Valdichiana senese, spiegando che il ministero delle Politiche agricole ha sancito l'ammissione con un apposito decreto. Nell'inventario, spiega una nota, è già presente l'arte di fare la pizza napoletana, e ora si aggiungerà anche quella di 'appiciare'. In una nota l'Unione dei Comuni parla di un riconoscimento di "grande prestigio" per i pici, alimento di origine povera, inconfondibile per la sua tipicità e provenienza, quasi identitario, e per l''appiciare'. Proprio le ricerche promosse dalla stessa Unione hanno consentito di elaborare un dossier per l'ingresso di quest'arte nell'inventario nazionale e candidarla all'elenco dei beni immateriali Unesco. Lo studio ha permesso di individuare almeno diciannove feste popolari in cui i pici sono i protagonisti.

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Pitigliano

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...